Dopo aver condotto con successo una iniziativa per ottenere che i possessori di regolare bollino ZTL potessero parcheggiare nei parcheggi coperti di Siena Parcheggi SPA dalle ore 19,00 alle ore 8,00 senza costi aggiuntivi, il consigliere Ernesto Campanini ha presentato nell’ultimo consiglio comunale, un’interrogazione urgente per ottenere chiarimenti su alcune incongruenze emerse nelle ultime settimane.

In particolare l’ex assessore al traffico del Comune di Siena, Alessandro Orlandini, per mezzo di un blog, ha dichiarato che per i parcheggi di Santa Caterina e San Francesco c’è sempre stata la possibilità per i possessori di regolare bollino ZTL della zona di poter parcheggiare senza costi aggiuntivi in questi due parcheggi per un numero non ben definito di auto per tutto l’arco della giornata.
La notizia è stata piuttosto sorprendente, perché mai gli Assessori, il Sindaco in carica e la Siena Parcheggi non hanno fatto riferimento a questa possibilità soprattutto nel dibattito consiliare?
Pertanto il consigliere Campanini aveva da tempo richiesto agli uffici comunali la specifica delibera per la regolamentazione di questa possibilità, senza che fino alla data odierna siano riusciti a trovarla. Dello stesso atto peraltro non c’è traccia nemmeno nel sito ufficiale della Siena Parcheggi SPA, come nemmeno sui permessi cartacei rilasciati ai residenti da esporre sulle loro auto, nella sezione dove si indica dove è indicata la sosta.

Perciò il consigliere Campanini aveva deciso di chiedere all’assessore al traffico in carica di fornire la specifica delibera e regolamentazione in questione, di informare il Consiglio da quanti anni fosse in vigore, come mai fino ad oggi molti cittadini non sono stati dovutamente informati di questa possibilità e quanti posti auto siano concessi per i residenti nei parcheggi di San Francesco e Santa Caterina.
Ma soprattutto, per rispetto di un principio di uguaglianza fra tutti i cittadini senesi, chiedeva di continuare a dare la possibilità ai possessori di regolare bollino di parcheggiare 24h nei parcheggi di Santa Caterina e San Francesco e di estendere la stessa possibilità anche per gli altri parcheggi coperti della Siena Parcheggi SPA, come veniva richiesto nella mozione originariamente presentata dallo stesso consigliere Campanini.

Perché l’Assessore Maggi ha voluto rinviare la risposta di una settimana, scegliendo la forma scritta?
Perché l’ex assessore Orlandini e l’attuale assessore Maggi, che appartengono alla stesso partito, non si sono scambiati prima questa informazione? Non bastava alzare il telefono, per evitare questa ulteriore brutta figura?

Sinistra per Siena