E’ con grande delusione che il Circolo “Città Domani- Sinistra per Siena” prende atto della impossibilità di continuare nell’esperienza di “Unione Popolare Senese” per le prossime elezioni comunali.
Avevamo creduto di poter costruire una vera alternativa per il governo di questa città, condividendo con il Movimento Civico Senese, a partire dalla concretezza delle proposte in Consiglio Comunale, un progetto di rinnovamento da affidare a persone oneste, competenti e impegnate, con spirito di servizio, a favore di Siena.
Il nostro scopo era di costruire un raggruppamento forte da raccogliere adesioni senza steccati ideologici, per offrire ai tanti senesi delusi dalla politica una prospettiva positiva e nuova che li riportasse a partecipare al voto.
Con convinzione abbiamo collaborato alla stesura del “manifesto dei valori”, che volevamo confrontare con i cittadini, nelle strade e nelle piazze, per ottenere la massima condivisione e raccogliere proposte e osservazioni provenienti dal basso e mai tenute in considerazione da questa amministrazione.
Qui sarebbe stata la forza di Unione Popolare, che avrebbe dovuto tenersi lontana dai vecchi giochi e personaggi della politica senese, dalla tegamata delle liste civiche, dove stanno fianco a fianco autentici oppositori e personaggi che hanno condiviso con il PD colpe e vantaggi e ora sperano di rimanere a galla, dai vecchi volponi che fanno pesare i loro “pacchetti di voti”.
Noi abbiamo creduto necessario chiamare con il loro nome questi soggetti che replicano il groviglio che tanti disastri ha procato a Siena: sono i “monaciani” – che stanno a cavallo fra PD e opposizione per vedere dove conviene posizionarsi per ottenere qualche carica – ; sono i “verdiniani” alla ricerca di una impossibile verginità; sono le varie formazioni che finora hanno appoggiato la maggioranza ed ora cercano di sfilarsi di fronte alla malaparata di un PD allo sfascio. E’ questo il “listone” nel quale Eugenio Neri vorrebbe portare l’Unione Popolare, cioè un altro groviglio di interessi e furbizie, di manovre di sottogoverno, di vecchia politica.
Noi invece continueremo nella nostra azione, e non perdiamo la speranza che i cittadini senesi vorranno sostenere un’opera di vero rinnovamento come quella che stiamo conducendo da tempo.

Circolo “Città Domani – Sinistra per Siena”.