Nel Consiglio Comunale di stamani è stata votata la variante che prevede la costruzione di 12 nuovi appartamenti in località Lazzerina vicino Ponte al Bozzone, in una zona con un’elevata pericolosità geomorfologica.
La variante prevede che il Comune avrà in “dono” il Bosco Inglese della villa del Serraglio, che versa in condizioni di totale abbandono, autorizzando in cambio la costruzione di un nuovo parcheggio e le nuove abitazioni.
Davvero un bel guadagno per il Comune di Siena che dovrà farsi carico degli oneri di manutenzione del parco in cambio di una nuova colata di cemento, è l’ennesimo caso dove si socializzano i debiti e si privatizzano i profitti.
Il passato non ha insegnato davvero nulla visto che il territorio senese è pieno di case ed edifici disabitati, alla faccia del rispetto dell’ambiente e della collettività!

Ernesto Campanini (consigliere comunale Sinistra per Siena)