Per Bruno Valentini non esiste lo spopolamento del centro storico e l’overbooking di bollini Ztl

Nel dibattito sul piano della mobilità urbana (PUM) di ieri in consiglio comunale, il Sindaco di Siena ha negato prima che esista uno spopolamento del centro storico, poi di “smetterla con la barzelletta dell’overbooking dei bollini”.

L’unica persona però che dovrebbe invece smettere di raccontare barzellette è proprio il Sindaco.
Dati alla mano nel 2010 gli abitanti del centro storico erano 11096 passando ai 10.531 del 2015, a fronte di circa 600 persone in meno in 5 anni, Bruno Valentini ha avuto il coraggio di vantarsi che nell’ultimo anno i residenti sono aumentati di 27 presenze! Questo si che è divertente, se non fosse che lo spopolamento della nostra città è un argomento che andrebbe affrontato con serietà non solo nel campo della mobilità, ma anche in quello del caro affitti e in altri settori. Difficile però prendersene in carico quando abbiamo un Sindaco che nega il problema stesso.

Per quanto riguarda l’overbooking dei bollini Ztl Bruno Valentini è riuscito ad essere offensivo verso tutti i residenti del centro storico, che sono ben consapevoli che i permessi concessi, pagati profumatamente, sono di più rispetto agli stalli intramoenia, per lui questa è una barzelletta (queste le sue parole in consiglio comunale). Solo per fare due esempi in Zona San Marco sono stati dati venduti 401 bollini a fronte di 270 posti, zona Tufi 144 paganti per 116 stalli e potrei continuare così per tutte le zone di Siena.

Le parole del Sindaco sconfessano quelle del suo stesso Assessore Maggi che, come ha più volte ribadito in commissione assetto del Territorio, è ben consapevole della problematica, mi aspetto da lui una precisa e chiara presa di distanza dalle parole del Sindaco Valentini.

Pagare oltre 300 euro annui per non trovare posto è una barzelletta che non fa ridere nessuno, le mie proposte di risoluzione di questo problema e della mobilità in generale, sono pubbliche e l’assessore Maggi le conosce.

Il dilemma ora è se seguire un Sindaco incapace, sulla via del tramonto, o cercare di trovare delle vere soluzioni per tutti i cittadini. Sta solo all’assessore deciderlo.

 

Ernesto Campanini – Consigliere Sinistra per Siena