La dichiarazione di Massimo Bianchi riportate dal Corriere di Siena ci confortano e ci preoccupano allo stesso tempo.

 

Ci confortano perché dimostrano che Ceccuzzi è stato fermato prima che potesse fare altri danni. Oltre ad aver ideato e partecipato al groviglio armonioso che stretto Siena in una morsa di clientelismo, servilismo, consociativismo in cui veniva offeso il merito e premiata solo la fedeltà, il nostro con il suo sodale Mussari era uno dei maggiori sostenitori dell’assurdo progetto dell’aeroporto di Ampugnano che ha già consumato una marea di soldi pubblici spesi spesso per pagare i soliti noti, attori del sotto e sopra governo cittadino.

Ci preoccupano perchè segnalano che lor signori nulla imparano dall’esperienza. Per quanto le cose gliele spieghi – oltre ai ben noti problemi ambientali, l’aeroporto sarebbe troppo piccolo per andare vicino al pareggio e ciò significherebbe che il deficit sarebbe coperto con nuove tasse e/o tagliando spese sociali ben più utili – loro non capiscono o non vogliono capire. Ci sono probabilmente tutt’altro tipo di interessi che questi signori voglio difendere e che non coincidono con gli interessi della comunità.